lunedì 20 gennaio 2014

Etimologie e modi di dire italiani: infinocchiare



La finocchiona

di Ilaria Gelichi


Buon lunedì a tutti! Oggi parleremo di un’etimologia interessante sia per gli italiani che per gli stranieri, che potranno così aggiungere alle proprie conoscenze di italiano colloquiale una nuova parola: infinocchiare. Questo simpatico termine è sinonimo di “imbrogliare”, “ingannare” e la sua storia è piuttosto antica.

Fin dal Medioevo, nelle osterie, quando si aveva a disposizione del vino poco buono o un po’ inacidito e si voleva rifilarlo comunque ai clienti, si usava servire dei pasti a base di finocchio. Questa verdura infatti ha la caratteristica di alterare i sapori ed in particolare di mascherare il sentore di aceto nel vino.

Nelle campagne fiorentine, ed in particolare nel Chianti, c’è un proverbio che dice: "Come gli abili parrucchieri sono capaci di far sembrare piacente anche la donna più brutta, così l'aroma della finocchiona è capace di camuffare anche il sapore del vino più imbevibile". La finocchiona è un insaccato tipico toscano a base di carne di maiale aromatizzato con semi di finocchio, che i contadini offrivano ai nobili che andavano a comprare i loro vini. L’aroma di finocchio mascherava il sapore del vino poco buono, permettendo così ai furbi contadini di infinocchiare gli ignari clienti, sicuri di aver fatto un affare.

La prossima volta che andrete a comprare il vino, state attenti a non farvi infinocchiare!!


Nessun commento:

Posta un commento